Chelsea - Manchester City

Domenica 5 agosto ore 16:00

Il pronostico:

“Manchester City vince il Community Shield” (1.40) DIFFICOLTÀ ALTA

“X2 + Gol ” (2.05) BOMBA

Solo 21 giorni

Con un comunicato apparso sul sito web, il 14 luglio il Chelsea ha annunciato l’ingaggio di Sarri e il contemporaneo esonero di Conte. Il tecnico toscano è dunque alla guida del club da sole tre settimane, e non ha potuto neanche impostare una preparazione fisica per la squadra a lui congeniale. I tempi per il suo ingaggio si sono fatti lunghi a causa dei capricci prima di Conte (che voleva una cospicua buonauscita dai Blues) e poi di De Laurentiis, che invece pretendeva un indennizzo economico per liberare l’allenatore toscano.

Alla fine, Abramovich ha dato a Cesare quel che è di Cesare (11 milioni all’ex CT della Nazionale) ed a dio quel che è di dio (63 milioni ad ADL per l’acquisto di Jorginho… e di Sarri). Il 14 luglio viene quindi annunciato Sarri come nuovo allenatore dei Blues, prima esperienza all’estero per l’allenatore toscano. Solo 21 giorni per lui in terra londinese, avrà preparato bene la squadra?

Sarri il tattico

Solo due le partite amichevoli disputate dai Blues sotto la guida del tecnico toscano, entrambe valevoli per l’ICC. Dobbiamo dire che non sono andate male, e qualcosa a livello tattico, si è già intravisto…

Come potete notare dal video, evidente la mano di Sarri soprattutto nella fase di possesso della palla. Tanti fraseggi corti, molti movimenti senza palla, ma sopratutto ricerca continua dello spazio e della superiorità numerica in avanti. Ovviamente ci vorrà del tempo per rodare ancor meglio questi meccanismi, non scordiamoci la partenza a rilento del tecnico toscano alla guida del Napoli (nelle prime 3 giornate di campionato, 2 pareggi e 1 sconfitta, tutte in “Gol + Over 2.5”).

I risultati

Gli unici due avversari che il Chelsea ha finora incontrato sotto la guida di Sarri non possono dirsi affatto modesti: Inter ed Arsenal. In entrambe le partite sono arrivate 2 “X” nei 90 minuti per i Blues, che sono sempre andati in vantaggio, ma puntualmente si sono fatti rimontare. Contro l’Inter, il Chelsea aveva infatti sbloccato nei primi 10 minuti con Pedro, facendosi riprendere poi nel secondo tempo. Alla fine hanno avuto comunque ragione gli uomini di Sarri, che si sono imposti ai rigori.

Diversamente invece contro l’Arsenal: nel derby londinese, Blues sempre avanti nei primi 10 minuti con Rudiger, pareggio poi dei Gunners allo scadere, e vittoria degli stessi ai rigori. Non male comunque questi risultati, ma c’è bisogno di lavorare ancora tanto.

Embed from Getty Images

 

Come sta il Manchester City

Decimato dalle assenze dei giocatori impegnati nel Mondiale, il Manchester City non ha particolarmente brillato nelle amichevole estive, tuttavia non ha fatto neanche delle brutte figure. Nelle prime due amichevoli sono arrivate due sconfitte: 0-1 contro il Borussia Dortmund e 1-2 invece contro il Liverpool. Nell’ultima gara disputata invece, quando sono rientrati alcuni nazionali, i Citizens hanno vinto per 3-2 contro il Bayern Monaco, alla fine di un’incredibile rimonta. Sotto 2-0 nei primi 20 minuti infatti, gli uomini di Guardiola hanno rimontato con la doppietta di Bernardo Silva e la rete del giovane Nmecha.

Qualche mese prima…

Tuttavia, i risultati di queste amichevoli non possono ovviamente cancellare ciò che era il Manchester City qualche mese fa. Praticamente una squadra imbattibile, almeno in Premier League. Vogliamo ricordarvi le statistiche? 32 vittorie, 4 pareggi e solo 2 sconfitte. Come si può pretendere di vincere un campionato quando di fronte si ha un rullo compressore del genere? Impossibile, sarà curioso vedere se il Manchester City di Guardiola saprà quest’anno attestarsi di nuovo su livelli altissimi, e vedremo soprattutto cosa combinerà in Champions.

libidine per gli amanti del tiki-taka

In questa gara?

Non sappiamo quanto possa essere utile prendere in considerazone le statistiche dello scorso anno, specie per quanto riguarda il Chelsea. Da Conte a Sarri c’è un abisso profondissimo. Dall’altro lato invece, non possiamo comunque ignorare come il City abbia vinto il campionato dello scorso anno, che come detto, lo ha fatto con ben 32 vittorie, 32 vittorie ohhhh!

….

E vabbè appunto, passiamo alle cose importanti (formali non va più di moda). Per quanto concerne questa partita, decidiamo di favorire i Citizens. Tuttavia, lo facciamo in modo lieve: nel senso, vi suggeriamo l’esito antepost “Manchester City vince il Community Shield”, a prescindere dal risultato dei 90 minuti. Gli uomini di Guardiola sono certamente più affiatati rispetto a quelli di Sarri, che praticamente prendono ordini dal tecnico toscano solo da poco più di 20 giorni.

La condizione fisica

Da non sottovalutare assolutamente questo aspetto. Il Chelsea dovrà rinunciare in questa partita a pedine non fondamentali, ma di più. Fuori Hazard per infortunio, ma anche fuori Kanté e Giroud, entrambi fuori forma in quanto arrivati fino in fondo ai Mondiali, e quindi col diritto di vacanze prolungate. Perdite pesanti per i Blues, che almeno in mediana, potranno invece contare sul nuovo acquisto Jorginho, prelevato dal Napoli a luglio. Per quanto riguarda il City, l’unico big fuori dovrebbe essere De Bruyne, uscito in condizioni malconcie dai Mondiali. Per il resto, dovrebbero esserci tutti i titolari, o quasi…

L’aspetto psicologico

Il gruppo che attualmente si ritrova Sarri è uno di quei gruppi assai psicolabili. Ricordiamo che è lo stesso che ha fatto fuori due uomini con i testicoli d’acciaio come Mourinho e Conte. Un gruppo che pò essè fero e pò essè piumae dunque aldilà dello scorso sciagurato anno, in questa partita i Blues potrebbero assolutamente dare il primo segnale di riscatto, anche perché dal punto di vista tecnico e tattico sono solo qualche gradino leggermente sotto il City. Da non sottovalutare assolutamente quindi la voglia di riscatto del Chelsea, e per questo, dato comunque che si affronteranno due squadre “di base” offensive, vi consigliamo come bomba l’esito “X2 + Gol”: nei 90 minuti non si sa mai, anche se continuiamo a dirvi Manchester City.

In campo

Come detto, il Chelsea dovrà rinunciare a due pedine fondamentali: Kante e Hazard. Impazza comunque il caso Willianalle prese con un mal di pancia, con Sarri che addirittura si è esposto pubblicamente, dichiarando di voler ben capire le intenzioni del brasiliano. Non previsto comunque titolare, il trio d’attacco dovrebbe invece esser composto da Pedro, Morata e il promettente Hudson-Odoi, ragazzo che ha impressionato il tecnico italiano in questo pre-campionato. Tornerà invece dal primo minuto il figliol prodigo David Luiz, praticamente emarginato e messo fuori rosa da Conte nella scorsa stagione.

Dall’altro lato, Guardiola potrà invece contare sia su Gabriel Jesus che su Aguero, protagonisti assoluti dello scorso campionato. Tuttavia, il tecnico catalano dovrà invece fare a meno di due esterni importantissimi come Sterling e Mahrez (acquistato quest’estate dal Leicester per 68 milioni). Dall’inizio prevista la presenza comunque di un giovane, ballottaggio tra Foden e Diaz per il ruolo di mezz’ala sinistra.

C’è intesa!

Tra Sarri e Guardiola è scoppiata una complicata relazione d’amore lo scorso autunno, quando entrambi si sono contrapposti alla fase a gironi della Champions League. Parole smielate da parte di Pep alla vigilia di quel Napoli-Manchester City, forse anche un po’ paraculanti e volte a far giocare i partenopei con un livello di attenzione più basso. Tuttavia, il sodalizio tra i due certo non si concluse certo a quelle due partite, e probabilmente il triangolo non l’avevamo considerato. In questo giugno, cenetta romantica insieme al loro Vate Arrigo Sacchi…

Embed from Getty Images

A 4!

Lasciando da parte gli allenatori, concentriamoci sul palmares delle rispettive squadre in questo torneo. Entrambe sono a quota 4, con il Chelsea che ha vinto il Community Shiled nel 1955, 2000, 2005 e 2009 e il City invece che lo ha vinto nel 1937, 1968, 1972 e 2012. In vetta a questa speciale classifica c’è però l’irraggiungibile United a quota 21, tuttavia chi vincerà questa sfida scavalcherà l’altro nell’albo d’oro.

Quote vincente Community Shield

  • Chelsea (2.70)
  • Manchester City (1.40)

News dai campi:

Qui Chelsea.

Sarri dovrebbe proporre in campo la stessa formazione vista nell’ultima amichevole contro l’Arsenal. Fedele al suo 4-3-3, schiererà in difesa David Luiz insieme a Rudiger a comporre la coppia centrale, mentre come terzini agiranno i due spagnoli Azpilicueta e Marcos Alonso. Jorginho in cabina di regia con Barkley e Fabregas ai suoi fianchi, mentre in attacco Morata unica punta supportato da Pedro a destra e il giovane Hudson-Odoi a sinistra.

Qui Manchester City.

Decisamente più difficile prevedere la probabile formazione del City, data la profondità della rosa cui Guardiola ha a disposizione. Il tecnico catalano comunque schiererà anche lui i suoi con il fedelissimo 4-3-3, ed in difesa potrebbe concedere spazio e fiducia al giovane Laporte. A centrocampo, Fernandinho da diga davanti alla difesa, mentre David Silva e Foden agiranno da mezz’ali. In attacco ballottaggio tra Aguero e Gabriel Jesus, mentre sugli esterni ovviamente Sane con Bernardo Silva.

Curiosità

  • Un solo precedente tra Chelsea e Manchester City nel Community Shield. Era il 2012, con i Citizens campioni in carica d’Inghilterra e i Blues invece detentori della FA Cup. A spuntarla fu l’allora squadra di Roberto Mancini, che sconfisse gli uomini di Di Matteo per 3-2.

Gli ultimi 5 precedenti tra le due squadre:

  • Manchester City – Chelsea 1-0 (Premier League 2017/2018, ritorno);
  • Chelsea – Manchester City 0-1 (Premier League 2017/2018, andata);
  • Chelsea – Manchester City 2-1 (Premier League 2016/2017, ritorno);
  • Manchester City – Chelsea 1-3 (Premier League 2016/2017, andata);
  • Chelsea – Manchester City 0-3 (Premier League 2015/2016, ritorno).

Probabili formazioni:

Chelsea (4-3-3): Caballero; Marcos Alonso, Rudiger, David Luiz, Azpilicueta; Jorginho, Barkley, Fabregas; Hudson-Odoi, Morata, Pedro. All: Sarri
Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Otamendi, Laporte, Mendy; Fernandinho, David Silva, Foden; Sane, Aguero, Gabriel Jesus. All. Guardiola

Lo studio statistico:

Risultato andata: Chelsea – Manchester City 0 – 1

Risultato ritorno: Manchester City – Chelsea 1 – 0

I RISULTATI NELLO SCORSO CAMPIONATO

CHELSEA (5°)

IN GENERALE (38 gare)

21 V (55%), 7 P (18%), 10 S (26%)

  • 4 vittorie nelle ultime 6 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 7 gare
  • 8 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 9
  • 12 “Gol Casa” nelle ultime 13 gare
  • 3 “No Gol” nelle ultime 4 gare
  • 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare

IN CASA (19 gare)

11 V (58%), 4 P (21%), 4 S (21%)

  • 2 “X” (pareggi) nelle ultime 3 gare
  • 3 “X2” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Gol” nelle ultime 5 gare
  • 6 “Gol Casa” consecutivi
  • 3 “Under 2.5” consecutivi
  • 7 “Under 3.5” nelle ultime 8 gare

I RISULTATI NELLO SCORSO CAMPIONATO

MANCHESTER CITY (1°)

IN GENERALE (38 gare)

32 V (84%), 4 P (11%), 2 S (5%)

  • 2 vittorie consecutive
  • 31 vittorie nelle ultime 36 gare
  • 6 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 2 sconfitte nelle 38 gare
  • 33 “12” (senza pareggi) nelle ultime 36 gare
  • 36 gare in cui segna almeno un goal nelle 38

IN TRASFERTA (19 gare)

16 V (84%), 2 P (11%), 1 S (5%)

  • 6 “2” (vittorie) consecutivi
  • 7 “X2” consecutivi
  • 18 “X2” nelle 19 gare
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 8 “Gol Ospite” consecutivi
  • 18 “Gol Ospite” nelle 19 gare
  • 3 “Over 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 7 “Over 1.5” nelle ultime 8 gare