Inter - Genoa

Domenica 11 Dicembre ore 20:45

L’unica sconfitta nerazzurra a San Siro è arrivata contro il Cagliari.

In casa nerazzurra arriva un Grifone che, insieme al Napoli, presenta la 2ª miglior difesa del campionato (15 reti subite in 14 partite). A proposito, il Genoa ha qualche problema con le trasferte: 2 vittorie, 4 sconfitte e 1 pareggio (arrivato nel posticipo di lunedì). E soprattutto, il Genoa ha da gestire le energie, in settimana recupererà i restanti 62 minuti della partita casalinga con la Fiorentina.

28 “1X” negli ultimi 29 precedenti in casa Inter, 7 “1” negli ultimi 10.

Per l’ex Sampdoria Icardi: 21 reti e 7 assist nelle gare di Serie A disputate ne 2016!

Il pronostico:

“Gol Casa” (1.11) – rischio basso

“Icardi segna si” (1.80) – rischio alto

Alternative: “1X” (1.15) – rischio medio; “1” (1.67) – rischio alto; “1X + Over 1.5” (1.38) – rischio alto

Entrambe le squadre sono reduci da una gara chiusa senza segnare.
Chissà come Pioli riuscirà a gestire il malinteso tattico forse più clamoroso pagato nelle partite precedenti. Lui chiede alla squadra di pressare alto, Miranda invece chiede di giocare con la linea di difesa bassa => la squadra si spacca in due. E negli spazi si inseriscono le squadre dotate di trame geometriche organizzate come il Genoa che però, pur vantando un ottimo rendimento sulle catene laterali, centralmente manca spesso di sostanza. Nelle prime 5 gare ufficiali con Pioli in panchina l’Inter ha segnato 10 reti subendone 11.
Insomma: una non squadra (in cui i vari Icardi, Perisic, Candreva sono interessanti sul piano individuale, ma molto ignoranti sul piano tattico) ospita una squadra, ma le variabili tecniche individuali, lo stadio di casa, e il calendario del Genoa potrebbero condizionare il risultato a favore dei nerazzurri che seppur con le riserve (perché Eder in panchina?), ha sofferto anche l’ultima partita contro lo Sparta Praga (alla fine poi, in qualche modo vinta non senza paura).

Gli “Over 2.5” sono presenti sia nelle statistiche dei nerazzurri che in quelle dei rossoblu.
SEMPRE “Gol Casa”, SEMPRE “Over 1.5”, 6 “Gol” e 6 “Under 3.5” nelle 7 gare casalinghe degli uni, 5 “Gol Casa”, 5 “Over 1.5” e solo 3 “Gol” e 5 “Under 3.5” nelle 7 trasferte degli alti.

Lo studio statistico: 

INTER

IN GENERALE (15 gare)

  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 4
  • 6 “1” nelle ultime 7 gare
  • 7 “1X” consecutivi
  • 8 “12” (senza pareggi) nelle ultime 9 gare
  • 3 gare consecutive in cui subisce goal
  • 10 “Gol Casa” consecutivi
  • 4 “Over 2.5” consecutivi
  • 8 “Over 2.5” nelle ultime 9 gare
  • 14 “Over 1.5” nelle ultime 15 gare

IN CASA (7 gare)

  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 3 “1” (vittorie) consecutivi
  • 6 “1X” nelle ultime 7 gare
  • 6 “Gol” nelle ultime 7 gare
  • 4 “Over 2.5” consecutivi
  • 6 “Under 3.5” nelle ultime 7 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 16 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • 14 “Over 1.5” consecutivi in casa
  • 9 “1X” nelle ultime 10 gare in casa
  • 8 “Gol” nelle ultime 9 gare in casa
  • 7 “Under 3.5” nelle ultime 8 gare in casa

GENOA

IN GENERALE (14 gare)

  • Solo 1 vittoria nelle ultime 5
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 4
  • 5 “1” nelle ultime 7 gare
  • 8 “1X” consecutivi
  • 4 gare in cui subisce goal nelle ultime 5
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 5 “Over 2.5” nelle ultime 7 gare
  • 6 “Over 1.5” nelle ultime 7 gare
  • 6 “Gol Casa” nelle ultime 7 gare

IN TRASFERTA (7 gare)

  • 3 “1” (sconfitte) nelle ultime 4 gare
  • 6 “12” (senza pareggi) nelle ultime 7 gare
  • 3 “Over 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 5 “Under 3.5” nelle ultime 6 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 14 “12” (senza pareggi) nelle ultime 15 gare in trasferta

Statistiche a cura di Okpronostico

News dai campi:

Qui Inter. Probabile il passaggio al 3-4-3 con D’Ambrosio a comporre il terzetto di difesa con Miranda e Murillo. In panchina l’ex Palacio e l’ex Sampdoria Eder, pesante l’indisponibilità di Medel, il suo carattere manca come il pane a questa squadra. Pioli sul match: “È importantissimo per noi continuare la striscia positiva di risultati. Per la classifica, per il morale e per il momento che stiamo attraversando. Siamo in ritardo in classifica e vogliamo migliorare. In 10 giorni abbiamo 3 gare importanti, ma ora dobbiamo pensare al Genoa e a conquistare i 3 punti. Juric sta facendo un buon lavoro. Il Genoa è una formazione organizzata e di carattere. Loro hanno caratteristiche importanti, hanno fatto bene contro le grandi, si chiudono bene e hanno la 2ª miglior difesa del campionato. Bisognerà prepararci bene. C’è ancora tanto tempo, tante partite e tanti punti a disposizione. Sarebbe un errore guardare ora la classifica e bisogna rimanere concentrati sul presente. Ci vogliono attenzione, concentrazione e determinazione massime per questa partita, poi penseremo alle prossime. In questo momento dobbiamo accettare tutte le critiche perché in Europa non abbiamo fatto bene”.

Sul rischio di ritrovarsi senza obiettivi: “I tifosi hanno espresso la loro insoddisfazione per i risultati e abbiamo il dovere di onorare al massimo tutti gli impegni. Gli obiettivi ci sono, mancano tante giornate e c’è la Coppa Italia da giocare. È necessario lavorare giorno dopo giorno per migliorare la situazione. I tifosi si aspettano dei fatti ed è quello che dobbiamo fare. Se tutti non fanno sacrifici non si va da nessuna parte e non si ottengono risultati. Fa parte del nostro lavoro chiedere sacrifici e farli. Tutti dovranno sacrificarci e aiutarsi, correre dall’inizio alla fine con molto impegno“.

Qui Genoa. Probabilmente titolari gli ex Burdisso e Laxalt, probabilmente in panchina l’ex Pandev.

Così Juric alla vigilia del match: “Non vogliamo solo chiuderci, anzi cercheremo di proporre il nostro calcio. I nerazzurri sono una squadra diversa nell’atteggiamento e con una rosa fortissima composta da grandi campioni. Stimo Pioli, è un allenatore capace nel preparare le partite curando ogni singolo dettaglio, una preparazione che definirei all’italiana. Turn over in vista dei prossimi impegni? Penso partita per partita.

Sul momento nerazzurro: “L’Inter sta attraversando un periodo difficile, è vero che sta facendo meno bene, ma in un campionato è normale avere alti e bassi. Sono una squadra capace di esprimere un grande calcio, come allo stesso tempo di avere blackout. Per affrontarli bisogna tenere duro per 90 minuti. Simeone come Icardi? Icardi è già un top player, non so se Simeone raggiungerà quel livello, stiamo parlando di un campione assoluto. Giovanni ha fame e ha doti eccezionali, ma è presto per capire fino a dove il suo talento lo porterà. Laxalt? Ho ancora qualche dubbio, valuteremo nelle prossime ore”.

Probabili formazioni:

Inter (3-4-3): Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Murillo; Biabiany, Brozovic, Joao Mario, Nagatomo; Candreva, Icardi, Perisic.
A disp.
: Carrizo, Ranocchia, Andreolli, Miangue, Santon, Melo, Banega, Kondogbia, Jovetic, Gabigol, Palacio, Eder. All.: Pioli
Squalificati: Ansaldi (1)
Indisponibili: Gnoukouri, Medel

Genoa (3-4-1-2): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Lazovic, Rincon, Veloso, Laxalt; Rigoni; Simeone, Ocampos.
A disp.:
Lamanna, Zima, Cofie, Fiamozzi, Brivio, Gentiletti, Edenilson, Biraschi, Ntcham, Ninkovic, Gakpè, Pandev. All.: Juric.
Squalificati: Orban (1)
Indisponibili: Pavoletti