Napoli - Torino

Domenica 18 Dicembre ore 15:00

Le due squadre si contendono il titolo di 3° miglior attacco del campionato (32 reti segnate a testa).
Ma se il Torino ha già subito 22 reti e ha subito goal in 10 delle ultime 11 partite, il Napoli, reduce da 2 gare senza subire goal, presenta la 2ª miglior difesa del torneo con 15 reti al passivo (nel ruolo di falso 9 Mertens garantisce un maggiore consolidamento del possesso e quindi degli equilibri).

I partenopei hanno vinto 6 degli ultimi 7 precedenti con i granata.

Nello scorso campionato Mihajlovic riuscì a riscattare in parte lo 0-4 subito in casa contro il Napoli di Sarri, al San Paolo finì 1-1.

3 “Over 1.5” e 3 “Under 2.5” nei 4 precedenti tra i due allenatori.
Eccoli in ordine cronologico:

  1. Sampdoria – Empoli 1-0
  2. Empoli – Sampdoria 1-1
  3. Milan – Napoli 0-4
  4. Napoli – Milan 1-1

 

Spicca la sfida a distanza tra il falso 9 Mertens e il vero 9 Belotti che al San Paolo ha già segnato 2 reti nel 2014.

Il pronostico:

“1X” (1.11) – rischio basso

“1X + Over 1.5” (1.26) – rischio medio

Alternative: “Over 1.5” (1.13) – rischio basso; “1” (1.50) – rischio alto; “1X + Gol” (1.85) – rischio alto

Il “Gol Ospite” è quotato quasi quanto il “Gol”, per le multiple molto ignoranti potete considerare il la combo “1 + Gol” (2.70).

Stando alle tendenze tattiche delle due squadre il Napoli gestirà il possesso palla, mentre il Toro agirà in ripartenza come da copione di Sinisa. Si tratterà di un match tra due squadre molto tecniche e poco fisiche. Il Napoli potrebbe soffrire i contropiede granata, ma sta bene sia sul piano fisico che su quello mentale, e avrà dalla sua i limiti del Torino formato trasferta. Da verificare però la reazione del Torino alla 1ª sconfitta casalinga.

SEMPRE “Gol Casa” e SEMPRE “Over 1.5” in casa Napoli, 6 “Gol Casa” e 7 “Over 1.5” nelle 8 trasferte granata. I “Gol”, gli “Over 2.5” e i “Gol Ospite” del Torino devono fare i conti con i 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare casalinghe del Napoli che in questo parziale ha chiuso 2 partite a porta inviolata.

Lo studio statistico: 

NAPOLI

IN GENERALE (16 gare)

  • 2 vittorie consecutive
  • 3 vittorie nelle ultime 4 gare
  • 5 gare consecutive senza sconfitte
  • 2 gare consecutive in cui non subisce goal
  • 10 “Gol Casa” nelle ultime 11 gare
  • 3 “Over 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 9 “Over 1.5” consecutivi
  • 7 “Under 3.5” nelle ultime 8 gare

IN CASA (8 gare)

  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 5 “1” (vittorie) nelle ultime 8 gare
  • 7 “1X” nelle ultime 8 gare
  • 2 “X” (pareggi) nelle ultime 3 gare
  • 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 5 “Under 3.5” nelle ultime 6 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 19 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • 15 “Over 1.5” consecutivi in casa
  • 26 “1X” nelle ultime 27 gare in casa
  • 26 “Gol Casa” nelle ultime 27 gare in casa
  • 21 “1” (vittorie) nelle ultime 26 gare in casa

TORINO

IN GENERALE (16 gare)

  • 2 sconfitte consecutive
  • 3 vittorie nelle ultime 5 gare
  • 5 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 3 gare consecutive in cui subisce goal
  • 9 “Gol” nelle ultime 11 gare
  • 9 “Over 2.5” nelle ultime 11 gare
  • 11 “Over 1.5” consecutivi

IN TRASFERTA (8 gare)

  • 4 “12” (senza pareggi) nelle ultime 5 gare
  • 4 “Gol Ospite” nelle ultime 5 gare
  • 5 “Over 1.5” consecutivi
  • 4 “Gol Casa” nelle ultime 5 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 10 “Over 1.5” nelle ultime 11 gare in trasferta

Statistiche a cura di Okpronostico

News dai campi:

Qui Napoli
In panchina l’ex El Kaddouri, titolare l’ex Maksimovic. E proprio lo slittamento di Albiol a sinistra potrebbe creare qualche problema nella gestione del possesso e quindi dell’equilibrio da parte dei partenopei.
Così Sarri: “Il 2016? Il bilancio è positivo. Abbiamo fatto un 2° posto in campionato e il record nella fase a gironi di Europa League, anche se poi siamo usciti in maniera rocambolesca. In Champions siamo passati agli ottavi, quindi bilancio positivoLe insidie del Torino? Si trovano nei numeri. La squadra è pericolosissima, soprattutto in fase offensiva. Quest’anno i granata le difficoltà le hanno create a tutte le avversarie. Dopo Cagliari ho rivisto la partita e stop, inutile pensarci più di tanto. La partita è andata bene, è stata interpretata bene, ma stop. Dal punto di vista del palleggio, la partita migliore è stata quella col Sassuolo. A Cagliari ci abbiamo messo altre qualità mentali e abbiamo fatto bene”.

Su Juve – Roma: “Non penso assolutamente a niente, non credo nemmeno di vederla. Penso al nostro matchAl direttore dell’Empoli promisi che prima o poi avrei fatto la Champions, quindi è andata a buon fine. Giocare col Real Madrid è un piacere, avremo modo e tempo di pensarci, ma finora l’abbiamo fatto ben poco. Per tutti sarà bello giocare al Bernabeu, non solo per me. Partita prestigiosa con avversari quasi proibitivi, ma sarà bello andare lì. Ma ripeto: non ci abbiamo nemmeno pensato, nello spogliatoio ne abbiamo parlato quasi 10 secondi”.

Qui Torino
Contro la Juve il Toro ha pagato i soliti duelli individuali in fase difensiva. Probabilmente titolare l’ex Valdifiori!
Mihajlovic sul match: “Giochiamo contro quella che, forse, è la squadra più in forma del campionato. Andremo lì come sempre per vincere. Servirà il miglior Toro. Loro sono davvero imprevedibili. Hamsik gioca a tutto campo, ma tutti sono fortissimi: fanno fraseggio, bel gioco, attaccano gli spazi. Anzi, devo complimentarmi con Sarri per come ha riadattato la squadra dopo la cessione di Higuain e dopo l’infortunio di Milik. Per quanto riguarda noi, cambieremo poco il nostro modo di giocare. Li conosciamo, ma sappiamo che abbiamo le carte in regola per metterli in difficoltà. Anche loro come tutti hanno punti deboli. Penso che loro faranno il gioco e noi dovremo ripartire: così dice la logica, poi in campo non si può prevedere perfettamente cosa succederà. Chi guarda in basso non può vedere l’arcobaleno: io voglio guardare in alto. Sappiamo quali sono i nostri principi e come abbiamo preparato la partita, per cui andremo a Napoli a fare la nostra gara”.

Sul derby: “Sulla partita contro la Juve dico 3 cose. Rifarei le stesse scelte, del prima e del durante la gara perché le mie scelte sono fatte sempre per vincere. Penso che dovreste apprezzare di più un Toro che è ambizioso. I cambi non hanno influito sul 2° goal della Juve e vi spiego perché. I nostri difensori sanno bene che devono accettare l’uno contro uno. Noi abbiamo preso goal dopo i cambi, 30 secondi dopo, su una situazione che siamo abituati a vivere. Higuain non era da solo, aveva un difensore davanti a sé. Poi può succedere che Higuain ti faccia goal. Ecco perché i cambi non hanno influito sul derby”.

Probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

A disp.: Rafael, Sepe, Strinic, Maggio, Tonelli, Chiriches, Jorginho, Allan, Giaccherini, Rog, El Kaddouri, Gabbiadini. All.: Sarri
Squalificati:

Indisponibili: Milik, Koulibaly

Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca; Benassi, Valdifiori, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic
A disp.: Padelli, Moretti, Ajeti, De Silvestri, Lukic, Obi, Vives, Gustafson, Acquah, Martinez, Boyé, Maxi Lopez. All.: Mihajlovic
Squalificati:
Indisponibili: Molinaro, Bovo