singole e doppie vincenti

“Ragazzi, vi giuro che in giro non c’è alcun Tipster che permetta di andare in cassa con la costanza di un orologio svizzero ogni settimana con i raddoppi! Vi siete meritati tante altre birre!” Gianluca

La nuova pagina Schedine Pronte

Dopo il sondaggio rivolto ai lettori di Okpronostico, abbiamo ufficialmente lanciato la nuova sezione del sito Schedine Pronte. Al suo interno, oltre alle migliori statistiche utili alle scommesse, alle dritte del software e alle multiple della redazione, abbiamo pubblicato una prima serie di giocate particolari.

Il metodo delle singole & doppie

Si tratta di un metodo di scommessa che il direttore ha testato nei mesi precedenti il lancio e a partire dalla vostra esplicita richiesta: “Dateci le vostre schedine, giuste o sbagliate che siano!”.

Partendo dal presupposto che non esistono pronostici sicuri, né schedine vincenti al 100%, abbiamo testato il metodo delle singole e delle doppie che, a partire da gennaio 2019 ad oggi, ha portato dei risultati soddisfacenti abbastanza da aver fatto lievitare il fondo cassa usato come test.

Nelle prime tre settimane di lancio della sezione Schedine Pronte invece, se si fa eccezione per una doppia a quota molto pazza, abbiamo centrato il 100% delle singole e delle doppie a quota inferiore o uguale a 2.00.

Perché puntare sulle singole e sulle doppie?

La matematica ci insegna che all’aumentare del numero degli eventi inseriti in schedina, si abbassa proporzionalmente la probabilità di centrarla. In più, come ci hanno scritto alcuni dei nostri fan, concentrarsi su un numero di partite compreso tra 1 e 2, ci pone nella condizione di essere costretti a scegliere la partita che in assoluto ci piace di più e sulla quale abbiamo meno dubbi.

Come usare le singole e le doppie

In base al portafoglio che scegliamo di dedicare al nostro passatempo, è possibile utilizzare questo metodo in modi diversi:

  1. fare cassa con puntate più alte rispetto alla nostra media (ad esempio: se di solito scommetto 3 euro, in questo caso ne scommetto 10) 
  2. costruirsi un umile salvadanaio con vincite umili, ma costanti
  3. semplicemente pagarsi le scommesse con i soldi vinti dai bookmaker

Cassa numero 1

In questo caso abbiamo ridotto la selezione a due partite, che già al venerdì sera erano, in chiave classifica, abbastanza indipendenti dal resto degli altri risultati. Quanto all’1 di Livorno-Carpi, abbiamo dato fiducia alle maggiori motivazioni dei padroni di casa contro un Carpi già praticamente quasi retrocesso. Degli amaranto ci hanno convinto sia gli ultimi risultati che le dichiarazioni convinte da parte di uno spogliatoio molto compatto.

Dopodiché, abbiamo dato fiducia alla vittoria del Napoli nonostante la squadra di Ancelotti avesse raccolto un solo “1” nelle ultime 4 gare al San Paolo. Come scritto nel nostro articolo pre-partita su Napoli-Cagliari, dato che il Cagliari non aveva più obiettivi, abbiamo preferito dare fiducia alle motivazioni di Insigne (pace appena fatta con gli ultras) e ai precedenti da urlo di Mertens contro i sardi.

Poi il rigore a tempo scaduto ci ha confermato una volta di più che, nel gioco dei pronostici, la componente rischio va considerata per definizione. Infatti, alcuni di noi hanno sostituito l’1 del Napoli con l’1X di Parma-Sampdoria non appena hanno preso visione della vittoria dell’Empoli sulla Fiorentina.

Cassa numero 2

Nel caso di Roma-Cagliari, il pronostico è stato straordinariamente semplice, in quanto Ranieri aveva appena ricompattato i tifosi attorno alla squadra, l’obiettivo Champions era di nuovo incredibilmente alla portata e il Cagliari si era salvato proprio nella giornata precedente. Nel pre-partita infatti, Maran se n’è uscito con una dichiarazione che lasciava già presagire un bel 3-0: “Quota 40 non significa niente, abbiamo ancora da correre”.

L’X2 del Parma l’abbiamo scelto perché i ducali avevano improvvisamente bisogno di punti, mentre il Chievo aveva già fatto la sua vittoria da retrocesso (1-2 in casa della Lazio). Tra l’altro le statistiche parlavano chiaro: al Bentegodi l’X2 non si è visto solo in occasione di Chievo-Frosinone 1-0.

Cassa numero 3

In Cosenza-Spezia abbiamo dato fiducia ai lupi cosentini, affamati di punti e protagonisti di un girone di ritorno da paura. La mediocrità esterna dello Spezia ci ha convinto a puntare sul fatto che i padroni di casa riscattassero il 4-0 subito in Liguria all’andata.

In occasione di Napoli-Atalanta invece, dato che il Napoli non aveva più particolari pressioni di classifica e l’Atalanta aveva voglia di vincere per inseguire i sogni europei, abbiamo dato fiducia alla statistica calcolata dal nostro software, che diceva “Napoli reduce da 7 Gol consecutivi”. La partita era così interessante che abbiamo deciso di suggerirvela anche in singola.

Se non ti sei ancora iscritto alla sezione Schedine Pronte e ti chiedi Come va come va come va, noi ti rispondiamo Sai già come va come va come va: SOLDI SOLDI SOLDI.

Citazioni mediocri a parte, il punto è questo: non esistono pronostici sicuri, non esistono schedine vincenti, con le schedine non si diventa ricchi, ma ci si può divertire a scommettere in modalità trapattoniana.

Se invece non riesci a resistere alla tentazione di puntare sulle schedine pazze, ti lasciamo con una citazione questa volta un po’ meno mediocre:

“Scommetti solo quando puoi (permetterti di) perdere. Voglio dire senza rischiare di dormire su una panchina del parco. O di saltare tre o quattro pasti. La cosa più importante che devi fare è mettere da parte i soldi dell’affitto. Evita le pressioni. Sarai più fortunato”.

Bukowski