Studiare una schedina: singola, doppia o multipla?

Studiare una schedina è l’appuntamento fisso che ogni appassionato si dà praticamente in ogni weekend calcistico, e se ci sono le coppe, pure in settimana. Tuttavia, restando sempre nell’ambito della giocata responsabile e consapevole, per ogni appassionato che si rispetti studiare una schedina è un procedimento che richiede una certa dose di tempo, nessuna cosa deve essere lasciata al caso. Partendo dal principio, la nostra schedina sarà una singola, una doppia o una multipla?

La Singola

se vogliamo giocare una Singola nella nostra schedina, non dovremo far altro che inserire solo una gara, ma attenzione! Vero che avremo più possibilità di centrarla, ma teniamo in conto il fatto che ci sarà solo una quota all’interno della nostra schedina e se questa quota sarà bassa, la nostra potenziale vincita teorica lo sarà altrettanto.

Dunque, l’unica gara che inseriremo dovrà avere una quota “accettabile”, anche perché l’investimento che andremo a fare non potrà essere basso. Quindi, alzando l’investimento, l’unico evento inserito dovrà per forza essere studiato nei minimi dettagli, dobbiamo infatti avere una certa “sicurezza”.

La Doppia

Vale quasi lo stesso discorso della Singola, anche se, in questo caso, saranno due le partite che andremo ad inserire nella nostra schedina. Qui, avremo sicuramente una quota finale più alta, dato che gli eventi sono appunto due, tuttavia anche stavolta, se vogliamo una vincita teorica consistente, dobbiamo alzare l’investimento.

Studiare una schedina in doppia richiede lo stesso tempo di studiare una schedina in singola, se non di più. Dovremo essere abbastanza “sicuri” delle partite inserite, per cui lo studio dovrà essere approfondito e minuzioso.

 

Ecco una Doppia centrata col Metodo per vincere le Schedine di OkPronostico

 

La Multipla

Si dice Multipla una schedina che ha almeno due eventi, dunque anche la Doppia teoricamente sarebbe una Multipla. Tuttavia, nell’immaginario collettivo, è una Multipla quando c’è praticamente un listone e le schedine sembrano scontrini. Ovviamente, quando andremo a fare una schedina di questa tipologia, non per forza dovremo fare degli scontrini, anzi, sconsigliatissimo!

Mettendo troppe partite, seppur con pronostici “facili”, aumenta comunque la probabilità di sbagliare. Dunque, ok multiple, ma equilibrate: soprattutto, il consiglio è sempre quello di studiare nel dettaglio tutte le partite, non lasciare nulla al caso. In questo articolo il super approfondimento sulla Multipla!

Vuoi conoscere il Metodo usato da OkPronostico per studiare le partite?

Studiare una schedina in base alla quota o alle partite più interessanti

Dopo aver scelto di studiare una schedina se in singola, doppia o multipla, ecco un’altra scelta: studiarla in base alla quota o alle partite più interessanti? Se il nostro obiettivo è quello di raggiungere una determinata quota, quindi schedine a raddoppiare o a triplicare, allora dovremo fare in modo che la somma delle quote delle nostre partite raggiunga ad esempio 2.00 o 3.00. Se invece non abbiamo l’obiettivo di studiare una schedina in base alla quota, optiamo allora per una schedina in cui sono inserite solo le partite che ci interessano di più, quelle che ci piacciono di più, senza stare a guardare per forza la quota.

Multipla, optare per il sistema?

Optare per una Multipla a sistema potrebbe essere un’altra saggia scelta, in quanto il Metodo a Sistema ci dà anche la possibilità di “sbagliare”. Sicuramente i better esperti sanno già di cosa parliamo, per i neofiti invece consigliamo di leggere i nostri approfondimenti, in quanto il sistema è una possibilità di scommessa estremamente vantaggiosa se si sa come usarla.

 

Cosa sono le scommesse a sistema?

Schedine: quali sono i vari sistemi di scommesse

 

Consigliamo di studiare una schedina a sistema quando nel palinsesto troviamo almeno due o tre partite particolarmente interessanti, in cui tuttavia si vuole comunque un minimo di copertura. Negli approfondimenti linkati sopra, troverete inoltre tutti i vari tipi di sistemi di scommesse, si scelga quindi il più vantaggioso quando si vuole studiare una schedina a sistema.

Studiare una schedina: come decidere se ci piace un pronostico

Per studiare una schedina e decidere se ci piace un pronostico, dobbiamo partire dalle imprescindibili analisi che caratterizzano, tra l’altro, il nostro metodo:

Analisi statistica

L’analisi statistica è la prima analisi da fare quando si deve studiare una schedina. Essa consiste nel vedere a quali esiti sono più “affezionate” le due squadre, individuando pure gli esiti in comune. Così è più facile pure individuare il pronostico. Certo, noi abbiamo il nostro caro software Trampolino che ci aiuta, sicuramente fare un’analisi del genere “a mano” è più difficile.

 

Nella sezione Schedine Pronte, tra gli altri, offriamo questo tipo di servizio in cui sono elencati i migliori pronostici collezionati nelle ultime partite dalle squadre dei cinque migliori campionati europei…

Analisi atletica

Se una squadra, ad esempio, ha giocato in coppa durante la settimana, sicuramente arriverà più affaticata dal punto di vista atletico rispetto all’avversaria, invece libera da impegni di coppa. Un fattore da tenere d’occhio questo, soprattutto per quel che riguarda squadre di pari livello.

Analisi tattica

Quando si deve studiare una schedina, dobbiamo stare attentissimi al modo di giocare delle due squadre. Se ad esempio si affronta una squadra che gioca all’attacco e soffre molto il contropiede, contro una che tiene la difesa bassa e agisce su ripartenze… Beh, mezzo pronostico è già fatto usando questa analisi.

Analisi psicologica

Molto spesso le squadre che “non hanno nulla da perdere” fanno lo scherzetto, in barba a tutto il resto. Un esempio lampante? Juventus-Ajax: il cammino in Champions per gli olandesi è stato vissuto come “un sogno”, anche se fossero usciti agli ottavi nessuno avrebbe obiettato. Al contrario, la Juventus, con un CR7 in più, aveva un sacco di pressione maggiore. Morale della favola? Ajax spensierato e Allianz Stadium sbancato.

Analisi tecnica

Forse la più facile: se si affrontano Barcellona e Alaves, il pronostico penderà sicuramente dalla parte dei blaugrana, che tra le loro fila vantano giocatori di maggior tasso tecnico rispetto agli avversari.

Tutte le guide sul betting a portata di un click!

Studiare una schedina: attenti alle sensazioni!

Attenti alle sensazioni! Studiare una schedina, come abbiamo visto, è un procedimento che può richiedere anche diverso tempo, per cui la nostra emotività potrebbe contrastare un processo che deve essere il più razionale possibile. Anche a noi pronosticatori di OkPronostico talvolta capita, ovvero quella maledetta frase: “Me lo sento! Si, quest’Over 2.5 in questa partita me lo sento!”.

Che poi, ogni tanto, può pure accadere, ma nella maggior parte dei casi non accade. Queste sensazioni vengono soprattutto quando, ad esempio, si affrontano la prima contro l’ultima della classe, in cui emotivamente siamo dalla parte della più debole e ragioniamo di cuore, ma non di cervello, quindi optiamo per un pronostico che in realtà non sta né in cielo né in terra. Prestate quindi tantissima attenzione quando sentite queste “sensazioni”, soprattutto quando sentite sensazioni forti…

 

Saresti interessato al "Manuale del bravo scommettitore"?