Quota vincente mondiali: 4.75

Come è arrivato il Brasile al mondiale

Dopo il clamoroso tonfo alla Coppa del Mondo casalinga del 2014, il Brasile ha prima fatto due figure barbine in Coppa America (sia nel 2015 che nel 2016), dopodiché ha chiamato sulla sua panchina Tite, ex allenatore del Corinthians col quale ha vinto sia Coppa Libertadores che Mondiale per Club. Col nuovo CT, tutta un’altra musica: ben 8 vittorie consecutive nel girone di qualificazione, che hanno poi garantito alla squadra il matematico accesso a Russia 2018.

Rosa (23 giocatori)

  • Portieri: Alisson Becker (Roma), Ederson Moraes (Manchester City), Cássio Ramos (Corinthians).
  • Difensori:  Danilo (Manchester City), Fagner (Corinthians), Marcelo (Real Madrid), Filipe Luís (Atletico Madrid), Thiago Silva (PSG), Marquinhos (PSG), João Miranda (Inter), Pedro Geromel (Gremio).
  • Centrocampisti: Casemiro (Real Madrid), Fernandinho (Manchester City), Paulinho (Barcellona), Fred (Shakhtar Donetsk), Renato Augusto (Beijing Guoan), Coutinho (Barcellona), Willian (Chelsea).
  • Attaccanti:  Douglas Costa (Juventus), Neymar (PSG), Taison (Shakhtar Donetsk), Gabriel Jesus (Manchester City), Roberto Firmino (Liverpool).
  • Commissario tecnico: Tite

Titoli vinti dalla nazionale

Parliamo della squadra pentacampeao, ovvero della Nazionale che detiene il maggior numero di Mondiali vinti. Ben 5 Coppe del Mondo (1958,1962, 1970, 1994, 2002) per i verdeoro, che inoltre detengono anche ben 8 Coppe America, risultando al 3° posto per titoli vinti, dietro Uruguay ed Argentina.

Miglior/i marcatore/i

Embed from Getty Images

Solo 3 reti per l’asso brasiliano negli ultimi 2 anni, pochine in confronto al suo enorme talento. C’è da dire che comunque O’Ney è stato enormemente fermato dagli infortuni, ma non ha più scuse in vista di questo Mondiale. Comunque, ben 55 le reti segnate dal giocatore del Paris SG in 85 presenze con la sua Nazionale.

  • Quota Neymar capocannoniere del Mondiale: 10.00

 

Miglior/i assist man

Qui invece a primeggiare è Willian: il fantasista del Chelsea nell’ultimo biennio ha messo a segno 3 passaggi vincenti per i suoi compagni, risultando così decisivo nella qualificazione dei verdeoro a questa rassegna mondiale.

Le statistiche nel girone di qualificazione

Impressionante il cammino del Brasile nel girone di qualificazione, con i pentacampeao reduci da 10 vittorie nelle ultime 12 gare. Spiccano i 17 “Over 1.5” nelle 18 gare disputate, ma anche gli 8 “Under 3.5” nelle ultime 9 partite.

Palmares allenatore

Embed from Getty Images

L’attuale CT del Brasile non ha mai allenato in Europa, bensì sempre in Sud America con qualche parentesi negli Emirati Arabi. Il suo palmares vede ben 3 Campionati Gaucho (con Caxias, Gremio ed Internacional), 1 Coppa del Brasile (Gremio) e ben 2 Brasilerao (Corinthians). A livello continentale, vanta la vittoria di 1 Coppa Libertadores, 1 Mondiale per Club ed 1 Recopa Sudamericana, vinte tutte con il Corinthians.

Analisi tattica

Probabilmente l’allenatore più europeo tra i brasiliani, in questo articolo di foxsports.it è sunto lo stile di gioco che Tite ha deciso di adottare per il suo Brasile:

“Rispetto alle squadre del passato, Tite baserà tutta l’impalcatura del Brasile sul portiere, il centrale di difesa, Thiago Silva (nonostante in patria sia spesso criticato è ancora un perno fondamentale), e il mediano Casemiro. Saranno loro tre a reggere l’intera squadra perché avere calciatori abili nel leggere le posizioni e le propensioni dei compagni e dare equilibrio è davvero essenziale. Parlando di equilibrio, un grande vuoto lo ha lasciato Dani Alves, infortunatosi con il Paris Saint Germain, il quale mancherà non solo in campo ma anche in quanto a personalità avendo dovuto essere il capitano della squadra. 

Con tutti gli altri infatti il Brasile cercherà di osare come da tradizione. In primo luogo con i laterali di difesa, soprattutto con Marcelo, il quale entrerà molto in mezzo al campo per fare anche regia, e con le mezzali Paulinho, Coutinho e Renato Augusto, per indole portati ad offendere e inserirsi mentre hanno evidenti difficoltà nel coprire gli spazi.

Se a questi si aggiungono anche attaccanti che “si distraggono” spesso, tralasciando la fase difensiva, vien da sé che gli equilibratori in questi Mondiali dovranno fare un lavoro faticoso e centrale”.

Quote passaggio girone E

  • Brasile (1.03)
  • Svizzera (1.95)
  • Costa Rica (5.50)
  • Serbia (2.10)

Calendario:

17 giugno: Brasile vs. Svizzera
22 giugno: Brasile vs. Costa Rica
27 giugno: Brasile vs. Serbia