Source: BetStars.it

Chiuso il primo turno con la convincente vittoria in trasferta sul Valencia, i bianconeri di Max Allegri si preparano ad affrontare l’esordio casalingo dell’edizione 2018-2019 della Champions League. Davanti si troveranno gli esordienti svizzeri dello Young Boys, sconfitti per 3 a 0 alla prima contro il Manchester United. Una gara da non sottovalutare per la Vecchia Signora che dovrà fare a meno dello squalificato Cristiano Ronaldo e punterà alla vittoria per affrontare a punteggio pieno il big match contro i Red Devils di Mourinho. Calcio d’inizio fissato per le 18.55 di martedì 2 ottobre.

La Juventus in questa stagione sa solo vincere. Cinque successi in cinque gare di campionato con 11 gol fatti e 4 subiti. 15 punti in classifica e già tre lunghezze di vantaggio sul Napoli. È un inizio di annata spumeggiante quello della squadra di Allegri che ancora non conosce le parole pareggio e sconfitta. E nelle utltime due giornate di campionato si è sbloccato anche il fenomeno Cristiano Ronaldo con tre gol fra Sassuolo e Frosinone. Ci si chiede già chi possa fermare la cavalcata di Chiellini e compagni in Italia.

La Juve ha già mandato il primo messaggio alle dirette rivali per la vittoria della Champions League. E l’ha fatto vincendo sul campo del Valencia alla prima partita del girone. Ma quello che ha impressionato è il modo in cui sono arrivati i tre punti: espulso Ronaldo al minuto ventinove, i bianconeri non si sono scomposti e hanno continuato a guidare il gioco come se nulla fosse successo, passando in vantaggio con un rigore di Pjanic prima di mettere al sicuro il risultato con un altro penalty del regista bosniaco. 2 a 0 al Mestalla e primo posto nel girone dopo appena una partita.

Sarà una Vecchia Signora che viaggia sulle ali dell’entusiasmo quella che ospiterà lo Young Boys nella prima casalinga di questa edizione di Champions. Mancheranno CR7, squalificato per una giornata, e Khedira, alle prese con l’ennesimo infortunio muscolare ma Allegri dovrebbe confermare il 4-3-3. In porta ci sarà Szczesny, protagonista con un rigore parato contro il Valencia. Difesa a quattro con l’ottimo Cancelo di inizio stagione, gli inamovibili Bonucci e Chiellini e Alex Sandro a sinistra. In mediana sicuro del posto Pjanic con accanto Matuidi e uno fra Bentancur e Emre Can. Davanti spazio per Dybala e Mandzukic con Bernardeschi e Cuadrado a giocarsi l’ultimo posto disponibile.

Nessun precedente fra le due squadre in gare ufficiali. L’ultima volta che lo Young Boys ha affrontato una squadra italiana è stato nel 2014. Inseriti nel girone di Europa League con il Napoli di Benitez, gli svizzeri vinsero per 2 a 0 tra la mura amiche prima di subire un netto 3 a 0 nella gara di ritorno al San Paolo.

I gialloneri sono gli autentici outsider di questo girone e sono alla prima partecipazione in Champions della loro storia. La qualificazione alla massima competizione europea per club è stata la ciliegina sulla torta di una stagione, quella 2017-2018, chiusa con 84 gol all’attivo e con il preliminare vinto a sorpresa contro la Dinamo Zagabria.

La forza degli svizzeri sta proprio nel reparto offensivo guidato dall’ex Psg Hoarau, ariete d’aria di rigore in grado di creare per sé e per i compagni. Il giovane tecnico Seoane ha costruito proprio su di lui una squadra che ha nel 4-4-2 e nel 4-2-3-1 gli schemi di riferimento e che punta anche sulla freschezza atletica di giovani come Nsame e Fassnacht. In difesa spicca la presenza dell’ex centrale del Cesena Von Bergen, promosso capitano in Svizzera e punto di riferimento di un reparto che è atteso agli straordinari e che dovrà vedersela contro avversari come Dybala, Lukaku e Rodrigo.

Contro la Juventus il tecnico dovrebbe ancora una volta sul 4-4-2 visto nella sconfitta per 3 a 0 contro il Manchester United (doppietta di Pogba e rete di Martial). Tra i pali il titolare Von Ballmoss. Davanti a lui linea a quattro con Mbabu, Wüthrich, Von Bergen, Benito. A centrocampo si muoveranno Sulejmani, Sanogo, Sow, Fassnacht con Nsame e Hoarau a completare il reparto offensivo.