Mercoledì 12 dicembre 2018 alle ore 21 Young Boys e Juventus si sfideranno per la sesta e ultima giornata della fase a gironi della Uefa Champions League 2018 2019. Si giocherà allo Stade de Suisse, il fortino degli uomini di Seoane, già eliminati matematicamente da ogni competizione. Obiettivo dei bianconeri quello di conquistare i tre punti che significano vittoria del Girone H e sorteggio più abbordabile per gli ottavi di finale.

Pur trattandosi di una sfida inedita nel panorama delle maggiori competizioni europee, le due squadre si erano già affrontate in tre occasioni prima del match di andata terminato sul 3 a 0 a favore dei ragazzi di Allegri: a fine anni ’60 in Coppa delle Alpi (due vittorie bianconere per 3-1 e 2-0) e in amichevole il 12 ottobre 2007 (1-1 con gol di Daniel João Paulo e Rubén Olivera).

La Juventus parte nettamente favorita secondo i pronostici di Unibet, sia per la vittoria contro gli svizzeri che per la conquista del primo posto nel Gruppo H, quest’ultima quotata 1.08 a fronte del 7.00 del Manchester United, attualmente secondo. E questo anche alla luce dei risultati a disposizione: i bianconeri passano matematicamente da primi in caso di vittoria ma potrebbero accontentarsi di un pareggio o addirittura di una sconfitta di misura se la squadra di Mourinho non riuscirà a battere il Valencia. In caso di arrivo a pari punti sarebbero invece gli inglesi a vincere il raggruppamento per il vantaggio negli scontri diretti (0-1 per la Juventus a Manchester e 1-2 United all’Allianz Stadium).

I bianconeri grazie alle quattro vittorie e una sconfitta (contro i Red Devils) sono primi nel girone con 12 punti, seguiti dagli inglesi a 10, dal Valencia a 5 e appunto dagli svizzeri a 1. Se la Juventus giocherà per ipotecare la vittoria lo Young Boys scenderà in campo per onorare la competizione, magari facendo soffrire i più quotati avversari come già successo contro lo United quando fu la rete al 91′ di Fellaini a decidere il risultato.

Young Boys e Juventus stanno attraversando entrambe un buon momento di forma. I gialloneri sono reduci da tre vittorie consecutive nel campionato svizzero e dopo sedici giornate guidano la classifica con diciotto punti sul Thun secondo. Non sono da meno i bianconeri che in un torneo molto più difficile come quello italiano stanno sbaragliando la concorrenza a suon di record e hanno otto punti di vantaggio sul Napoli secondo e undici sull’Inter terza.

Entrambi gli allenatori schiereranno la miglior formazione possibile nell’ultima giornata. Seoane dovrà però fare i conti con moltissime assenze. Non saranno sicuramente del match Steve von Bergen, Jordan Lotomba,  Gregory Wüthrich e Djibril Sow, tutti alle prese con problemi fisici importanti. Qualche chance di recupero per Thorsten Schick e Guillaume Hoarau, l’uomo più rappresentativo della squadra.

Il tecnico svizzero dovrebbe schierare i suoi con il classico 4-4-2. In porta conferma per il titolare Von Balimoss. Davanti a lui linea a quattro con Mbabu e Benito sulle fasce e Camara e Lauper centrali. Nel centrocampo ci saranno Sulejmani, Aebischer, Sanogo e Fassnacht. Se Hoarau non riuscirà a recuperare dall’infortunio, spazio in attacco alla coppia Assalé – Nsamé.

Molte più scelte a disposizione per Max Allegri che dovrà sicuramente fare a meno di Barzagli ma in questi giorni sta recuperando Khedira e Emre Can, entrambi già convocati nello scontro di campionato con l’Inter. Probabile che la scelta del tecnico italiano sia quella di riproporre il 4-3-3 visto nelle ultime settimane. La porta sarà difesa ancora una volta da Szczesny. Davanti a lui si muoveranno Cancelo e uno tra Alex Sandro e De Sciglio sulle fasce e Bonucci e Chiellini in zona centrale. Due ballottaggi a centrocampo per affiancare Pjanic: quello tra Emre Can e Bentancur e quello fra Khedira e Matuidi. In attacco niente turnover: ci saranno ancora una volta Dybala nel ruolo di trequartista (o “tuttocampista” come l’ha definito Allegri) e il tandem sempre più affiatato Cristiano Ronaldo – Mandzukic.